Ricetta

Busiate trapanesi fontina e mandorle

Oggi vi insegno a fare le busiate trapanesi fontina e mandorle!

Busiate trapanesi fontina e mandorle

Io adoro fare la pasta fresca e qui al sud usiamo spesso solo semola rimacinata di grano duro e acqua e nulla altro.. niente farina 00 e niente uova. Più sono paste regionali e più le amo… e poi adoro le busiate trapanesi per come prendono il condimento. In questa ricetta ho usato un formaggio valdostano molto apprezzato anche qui da noi: la fontina!

Per il suo sapore molto deciso ho pensato di farne una crema in cui saltare le busiate e per aggiungere un pò croccantezza ho aggiunto delle mandorle tritate e tostate. Un abbinamento molto apprezzato da tutta la famiglia.

Ma come si fanno le busiate trapanesi fontina e mandorle? Seguitemi…vi spiego tutto con le foto del passo:

Per la pasta per 4 persone:

  • gr. 400 semola rimacinata di grano duro
  • ml. 200 acqua

Per il condimento:

  • gr. 200 fontina valdostana
  • ml.100 latte parzialmente scremato
  • gr.50 burro

Procedimento:

  1. Per la pasta fare la fontana con la farina e aggiungere l’acqua poco per volta. Impastare per circa 10 minuti, finchè non si ottiene un panetto bello liscio. Questa operazione potete farla anche con un comune robot da cucina. Inserire nel boccale farina e acqua e impastare per alcuni minuti. Compattare l’impasto e far riposare coperto  con una ciotola per circa mezz’ora. Trascorso il tempo, staccare un pezzo di pasta e formare dei rotolini lunghi circa 10cm. Con l’aiuto di uno spiedino di legno arrotolare questa specie di spaghettone attorno formando una spirale. Sfilare delicatamente la busiata e adagiarla su un telo infarinato con della semola per evitare che si attacchino fra loro. come-fare-le-busiate-trapanesi
  2. Prepariamo il condimento tagliando a dadini la fontina e mettendola nel latte per circa 30 minuti.fare-la-fonduta-con-la-fontina
  3. Nel frattempo tritiamo le mandorle facciamole tostare in padella con il burro. Aggiungiamo la fontina insieme al latte e facciamo sciogliere delicatamente a fuoco leggerissimo. Se vi accade che la fontina non si sciolga bene, trasferite in un  boccale e usate un frullatore ad immersione. La salsa diventèrà bella liscia.tostare-le-mandorle-con-il-burro
  4. Lessiamo le busiate in abbondate acqua salata, versiamole nella padella con il condimento e mantechiamo velocemente.saltare-le-busiate-nel-condimento

Impiattare cospargendo con altre mandorle tostate  busiate-fontina-e-mandorle

Con questa ricetta partecipo al Contest Concorso Fontina Valle d’Aosta

del Blog Un Architetto in Cucina in collaborazione con

l’Assessorato all’Agricoltura e Risorse Naturali della Valle d’Aosta”

Se ti è piaciuta la ricetta prova pure le  busiate con salsiccia gorgonzola e noci

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Coscia di coniglio e cavolini di Bruxelles cotti a bassa temperatura

Send this to a friend